Beste manda in pensione le forbici: la modellistica diventa 3D

La divisione abbigliamento dell’azienda utilizzerà un nuovo programma che permetterà di costruire i capi su un avatar, aprendo la strada alla customizzazione del prodotto e riducendo gli sprechi

Precisione, personalizzazione e soprattutto un deciso taglio agli sprechi, di tempo e di risorse: la Beste si proietta nel futuro con la conversione della propria divisione abbigliamento alla modellistica 3D. Grazie ad un investimento sull’acquisizione di software specifici e sulla formazione del personale, adesso alla Beste sarà possibile vedere realizzati in 3D i propri modelli: dal punto di vista pratico una vera rivoluzione. L’innovativo sistema permette di creare degli avatar, con misure personalizzate, sui quali viene progettato il capo e che realizzano delle immagini ad altissima definizione in grado di riprodurre anche la texture del capo. In questo modo il creativo può risparmiare tempo e viene evitata la realizzazione di prototipi per mettere a punto il progetto. Il sistema 3D riproduce fedelmente il capo, anche nei dettagli, e rende più semplice fare scelte funzionali e creative. Un’immagine che può essere presentata non solo allo staff creativo ma anche a tutti coloro che, dentro e fuori l’azienda – commerciali, marketing, venditori – hanno bisogno di farsi un’idea precisa del progetto pur non avendo gli strumenti per interpretare un figurino tecnico.